IMIS: tutto il necessario a casa

Lascia un commento

13 maggio 2016 di Paola Malcotti

Con la prossima settimana Gestel inizia a spedire i plichi con il materiale informativo e i modelli F24 precompilati per il pagamento della prima rata dell’Imposta Immobiliare Semplice (IMIS) ai contribuenti che hanno un’imposta dovuta, in acconto, superiore a 15 euro. Già effettuate venerdì 13 maggio le spedizioni via posta elettronica ai contribuenti che hanno fornito la relativa liberatoria (per chi fosse interessato ad attivare tale servizio, che permette il recapito certo e immediato del plico, si prega di rivolgersi agli uffici). La scadenza per effettuare il versamento, come per lo scorso anno, è il 16 giugno; nel caso di mancato recepimento è possibile fare il versamento, senza l’applicazione di sanzioni, entro i 30 giorni successivi (art. 9, c. 5 L.P. 14/2014).

Le novità principali dell’IMIS 2016, rispetto al 2015, sono due: l’esenzione per l’abitazione principale e relative pertinenze (al massimo due di categoria C/2, C/6 e C/7) fatte salve le abitazioni di lusso (categoria A/1, A/8 e A/9) che invece rimangono soggette a imposta come lo scorso anno; e l’applicazione di una aliquota ridotta per le categorie catastali A/10 (uffici), C/1 (negozi), C/3 (laboratori) e D/2 (alberghi). L’elenco dettagliato delle aliquote applicabili è evidenziato nei fogli contenuti nel materiale informativo che viene spedito.

Gestel sottolinea che i calcoli effettuati sono aggiornati con i versamenti e le variazioni catastali avvenute fino al 31 marzo 2016; quindi per eventuali modifiche successive sarà necessario rifare il calcolo del dovuto. In ogni caso è opportuno verificare attentamente la tabella riportante l’elenco degli immobili estratti dall’archivio tributario e, nel caso non corrispondessero alla propria situazione patrimoniale (ovvero che qualche dato non risultasse corretto: percentuale di possesso, mesi di possesso, ecc.), rivolgersi agli uffici per la correzione del caso.

Se invece l’elenco immobiliare è corretto, è sufficiente provvedere al versamento del dovuto utilizzando il modello F24 precompilato contenuto nel plico. Il pagamento può essere effettuato gratuitamente presso tutti gli sportelli bancari e postali, come detto entro giovedì 16 giugno 2016. Gli sportelli di Gestel si trovano in via Santa Caterina 80 e sono aperti dal lunedì al giovedì dalle ore 8:30 alle 12 e dalle 14:30 alle 17, e il venerdì dalle 8:30 alle 12.

c.s. a cura dell’Ufficio stampa dei Comuni di Arco e Riva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: