In 350 per il “Senter dele Greste” della prima Ledro Skyrace

Lascia un commento

2 giugno 2016 di Paola Malcotti

Un tracciato di 19 chilometri, per 1.650 metri di dislivello positivo, che si snoderà lungo i crinali più spettacolari della valle di Ledro. È la Ledro Skyrace, la gara di corsa in montagna che il 12 giugno prenderà il via, nella sua prima edizione, per portarsi dal paese di Mezzolago, sul fondovalle, lungo il «Senter dele Greste», che da Bocca di Saval porta a Cima Parì e poi a Cima d’Oro. Un percorso tecnico ma soprattutto spettacolare, che collegherà in un sol fiato tutto l’anfiteatro che dà sul lago di Ledro, per accontentare sia il semplice appassionato che lo skyracer più allenato.

Trecentocinquanta i pettorali già assegnati, andati letteralmente a ruba ancora in gennaio, a dimostrazione di quanto attesa sia la gara. Circa 70 le donne attese alla partenza, 50 i ledrensi che giocheranno in casa; tutti gli altri saranno specialisti provenienti dal resto del Trentino Alto Adige e dal Nord Italia, ma anche da Germania, Austria, Svizzera, Svezia. Tra i big, ci saranno poi Francesco Trenti (tra i dominatori della stagione), Christian Modena, Marco Filosi e il sei-volte Campione del Mondo Paolo Larger; da citare anche i vincitori del «Trofeo Valle di Ledro 2015» (di cui la Ledro Skyrace raccoglie ora l’eredità), ovvero il bresciano Filippo Bianchi e la trentina Simonetta Menestrina. Ieri mattina la presentazione dell’evento, valido per il titolo di Campione regionale nella specialità, organizzato da un team di appassionati legati alla Società Sportiva Tremalzo e alla Pro Loco di Mezzolago, che potranno contare sulla preziosa collaborazione di oltre 150 volontari di tutte le realtà associative di valle, e la benedizione del Consorzio per il turismo.

«La nostra intenzione è di mantenere viva una gara spettacolare, nata da un’idea lontana nel tempo, facendola diventare un appuntamento fisso – hanno detto Nicola Gnuffi, Vigilio Rosa e Alessandro Barilari, protagonisti dell’organizzazione – Il “Senter dele Greste” è un percorso eccezionale, sia dal punto di vista panoramico che storico-paesaggistico, un tracciato mai noioso, con salite ripide alternate a tratti pianeggianti che corrono sul filo dei crinali montuosi, per finire con discese scorrevoli e con alcuni passaggi anche lungo le vecchie trincee della Prima guerra mondiale. Vogliamo dunque valorizzarlo, trasformandolo in una sorta di tracciato permanente che, oltre alla Skyrace, potrà consentire a tutti di percorrerlo a piacimento in ogni momento dell’anno».

fonte: Paola Malcotti – l’Adige di oggi, giovedì 2 giugno 2016

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

Alto Garda & Ledro news

... di tutto e di più dalla nostra zona

Paper and Salt

Paper and Salt attempts to recreate and reinterpret dishes that iconic authors discuss in their letters, diaries and fiction. Part food and recipe blog, part historical discussion, part literary fangirl-ing.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: