Con “Arte Forte” le mostre di Bornefeld e Jakaj

Lascia un commento

7 luglio 2016 di Paola Malcotti

Nell’ambito di “Sentinelle di pietra. Di Forte in Forte sul Sentiero della Pace” promosso dal Circuito Forti del Trentino, si terrà sabato 9 luglio alle ore 19 a forte Garda lungo il percorso dei forti del monte Brione a Riva, l’inaugurazione della mostra “Arte Forte”. Fino al 28 agosto, all’interno di forte Garda, saranno esposte le opere di Julia Bornefeld (Kiel, 1963) e Gjon Jakaj (Kosovo, 1992).

Gjon Jakaj ha della guerra un’esperienza e un ricordo diretti, anche se di bambino in fuga con i genitori e i fratelli verso l’Italia. Le sue immagini fotografiche assumono la forma del reportage quando indagano in scatti ripetuti momenti di conflitto o incontri casuali che all’autore ricordano opposizioni, confini, barriere. Così si sofferma a immortalare dettagli della città dove vive, Venezia, che inconsciamente contengono questi richiami come cancellate e ombre scure. Alle immagini poetiche ne seguono altre che diventano più crude. È il caso della documentazione che ha realizzato durante la manifestazione tanti Expo tenutasi a Milano la primavera dell’anno scorso. Le scene di guerriglia urbana sono immortalate dall’interno. Ragazzi con il volto coperto e tutt’attorno fumo e fuoco. Rimandi alla cronaca e all’attualità sono le immagini Dispersi con abiti abbandonati vicino all’acqua e una coincidenza tra linguaggio poetico e documentaristico. Invece nella serie Madre Europa immortala una performance che inscena una sorta di allegoria: una donna che sorregge un globo, ma guardando meglio questo mappamondo appare come una bomba con la miccia. In questo modo l’artista mette in discussione convinzioni e appartenenze.
La speranza viene riposta in un simbolo della quotidianità che accomuna i popoli, il pane, che utilizza in un suo progetto in corso per disegnare ideali mappamondi.

Nel lavoro di Julia Bornefeld, il fuoco brucia lentamente le parti di un pianoforte a coda, a partire dai meccanismi interni, dalla cassa armonica e dalle corde, ovvero l’anima di questo strumento. L’opera video Final Play dell’artista di origini germaniche evoca l’uomo e la sua voce azzittiti per sempre dalla guerra, annullati nella loro funzione principale: esprimersi e relazionarsi con l’esterno. Il pianoforte ricorda l’idea originale di harmonía come equilibrio tra il pari e il dispari, tra il bianco e il nero, mentre il conflitto significa scontro tra le parti opposte. Al sonoro del video, alla musica stessa, viene demandato il compito di amplificare e definire emozioni e suggestioni. Bornefeld tende a collegare un mondo a un altro, una forma a una narrazione, un’immagine attuale a una leggenda di ieri. Del resto quest’approccio deriva dalle sue origini in una città portuale nel nord della Germania e dalla vita trascorsa in Alto Adige alle porte del Passo del Brennero. Alle opere più recenti, fortemente tattili corrisponde l’impiego di materiali poveri come la gomma, recuperata da pneumatici e camere d’ariacome simboli della società consumistica odierna, e al tempo stesso come rimandi a una vita passata.

Informazioni
Dal 3 giugno al 16 ottobre 2016, forte Garda sarà visitabile ogni fine settimana dal venerdì alla domenica dalle 10.00 alle 17.00 a ingresso libero.

Itinerario
Da porto San Nicolò (h 65 m) – Riva del Garda, v.le Rovereto n°140 – parte il Sentiero della Pace che costeggia il crinale del Monte Brione. Salendo a piedi, dopo circa 15 minuti si arriva a Forte Garda (h 185 m). Con una camminata di circa 30 minuti si raggiunge infine Batteria di mezzo (h 360 m). I forti non sono raggiungibili in automobile.

c.s. a cura dell’Ufficio stampa del Museo dell’Alto Garda – MAG

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: