“Velambiente” attracca a Ledro, con la mostra itinerante

Lascia un commento

18 luglio 2016 di Paola Malcotti

Dopo l’anteprima nazionale a Villino Campi di Riva del Garda del 2012, la mostra itinerante “Velambiente-Virata verso un mondo più sostenibile”, realizzata dall’Agenzia provinciale per la protezione dell’ambiente della Provincia autonoma di Trento, prosegue il suo viaggio a Ledro.

L’Associazione Vela lago di Ledro e il Comune di Ledro hanno infatti allestito la mostra presso la sala al Lago di Pieve (via Pribram), un’esposizione che propone una chiave di lettura diversa della vela: non solo un bellissimo sport, ma anche un’occasione per essere attenti e rispettosi nei confronti dell’ambiente.

Corner interatVelambientetivi e multimediali, grazie ai quali è possibile ascoltare i rumori del lago, le narrazioni del maestro velaio e del maestro d’ascia, conoscere come le sorgenti sonore antropiche possano interferire sull’ecosistema subacqueo, scoprire gli ultimi ritrovati in fatto di efficienza energetica e l’evoluzione della tecnica costruttiva, toccando con mano i materiali principali di cui è composta un’imbarcazione a vela.

La mostra porta con sé un approccio diverso allo sport velico, non agonistico ma piuttosto una ‘virata verso un mondo più sostenibile’. Il tema della sostenibilità ambientale viene indagato sotto profili diversi: da quello tecnico (modalità costruttive, riciclo materiali, consumi energetici) a quello emozionale (le voci dei testimoni autentici, i suoni evocativi del lago e del vento).

Le nove sezioni sono strutturate in una trentina di pannelli, la maggior parte dei quali appesi e fluttuanti in modo del tutto simile a vele, curiosi oggetti storici, materiali tecnici, installazioni multimediali visive e sonore, postazioni interattive con i sensori a sfioro. Il tutto è congegnato in modo da coinvolgere al massimo il visitatore.

Dopo una breve parte introduttiva sull’evoluzione storica, in cui sono analizzate le principali tecniche costruttive, si entra nel fulcro della disciplina velica, dando la possibilità al visitatore di toccare con mano i componenti principali di una barca a vela. Ciò è possibile grazie all’esposizione di un prezioso esemplare di Optimist, coIMG_0094 (1024x683)struito artigianalmente in compensato marino di mogano: questa imbarcazione rappresenta una sorta di passaggio obbligatorio per avvicinarsi al mondo della vela, e numerosi circoli velici di tutto il mondo, compresi quelli gardesani, la utilizzano per i giovanissimi che vogliono avvicinarsi a questo appassionante sport. Grazie al glossario, poi, anche al visitatori non esperto è offerta la possibilità di familiarizzare con i termini marinareschi e con il lessico dei venti. In un apposito corner, il visitatore può entrare in contatto con tutto ciò che riguarda le vele ed apprenderne le principali tecniche costruttive, ascoltando le testimonianze di uno storico mastro velaio del Lago di Garda.

Apertura: da martedì 19 luglio 2016 e fino al 31 agosto 2016. Orario: dal martedì al sabato: dalle ore 13 alle ore 16.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: