Corsa in montagna: Arco punta ai Mondiali nel 2019

Lascia un commento

8 agosto 2016 di Paola Malcotti

Arco adesso punta ai Mondiali. Dopo il grandissimo successo organizzativo, sportivo e mediatico del recente Campionato europeo di corsa in montagna (sabato 2 luglio), che con dieci medaglie ha regalato una delle pagine sportive più belle di sempre alla Nazionale italiana (oro di Martin Dematteis, argento del fratello Bernard e di Magnini, Zanne, Gaggi, bronzo di Bottarelli), la FIDAL (Federazione italiana di atletica leggera) ha già in programma per il 27 e 28 agosto un incontro-sopralluogo ad Arco con i vertici della WMRA (World Mountain Running Association) per iniziare a valutare il progetto assieme a Garda Sport Events, la società sportiva arcense che ha organizzato l’Europeo del 2 luglio.

«Pensiamo ad un programma triennale sul tipo di quello che ha portato Arco ad ottenere l’Europeo – ha spiegato Giorgio Malfer, presidente di FIDAL Trentino, nel corso di un incontro di chiusura e bilancio dell’Europeo, che s’è tenuto nella serata di venerdì 5 agosto nella sede dell’Archivio storico del Comune, a palazzo Marcabruni-Giuliani – con due manifestazioni di livello mondiale con cui testare il progetto». «Sì, ci stiamo già lavorando – conferma il CT della Nazionale Paolo Germanetto – con obiettivo il 2019».

Sia il presidente Malfer, sia il CT Germanetto chiariscono che, naturalmente, centrare un simile obiettivo non è scontato e quindi, men che meno, certo, ma a prevalere è, ampiamente, l’ottimismo: «Dopo il successo organizzativo di Garda Sport Events e il grandissimo rilievo mediatico – ha detto Malfer – spinto dalle immagini spettacolari al castello e sull’olivaia, oltre che dal gesto atletico e umano dei fratelli Dematteis (come si ricorderà, Bernard Dematteis ha dominato la gara senior, ma sul traguardo ha atteso, preso per mano e lanciato verso il traguardo il fratello Martin, duramente provato da un terribile lutto, n.d.a.), ora Arco ha punti importanti per aspirare concretamente ad ottenere anche il Mondiale».

«Per noi è un progetto fattibile, anche se molto, molto ambizioso – ha detto Franco Travaglia, presidente di Garda Sport Events, associazione sportiva nata nel 2008 con la Bolognano-Monte Velo – e che, soprattutto, richiede un preciso impegno di molti attori: penso all’Amministrazione comunale, che finora ci è stata sempre vicina ma alla quale sarebbe richiesto un impegno ancora superiore, e penso alla Provincia e alla Comunità di Valle, oltre che ai tanti sponsor privati che ci hanno sostenuto. Noi ci siamo, siamo un gruppo affiatato e appassionato di volontari che certo non si tireranno indietro, ma servirà, ripeto, l’impegno di tutti. In questi anni abbiamo passato momenti di grande difficoltà economica, per fortuna sempre supportati dalla Cassa Rurale; se pensiamo ad un progetto complesso, impegnativo e costoso come il Mondiale bisognerà parlarne prima, tutti, ed essere pronti e convinti».

Da parte loro, il sindaco Alessandro Betta e l’assessora a sport e turismo Marialuisa Tavernini hanno assicurato l’appoggio convinto dell’Amministrazione comunale, che da tempo punta sul connubio ambiente naturale-sport in termini di marketing turistico, e che apprezza la formula della gara di corsa in montagna nei vicoli del centro storico, al castello e nell’olivaia, in grado di veicolare una promozione particolarmente efficace della città e del territorio e di rendere avvincente e godibile anche alle masse uno sport finora di nicchia ma particolarmente spettacolare, umano ed emozionante.

All’incontro a palazzo Marcabruni-Giuliani c’erano anche i fratelli Dematteis con il giovanissimo atleta trentino Cesare Maestri (quinto Junior all’Europeo di Arco). La serata è stata dedicata in particolar modo ad un bilancio sul riscontro mediatico dell’Europeo del 2 luglio, che è stato enorme, certo anche per il gesto sportivo e umano di Bernard Dematteis: della gara arcense hanno parlato tutte le testate locali e nazionali, tra cui Tuttosport e Gazzetta dello Sport, con ampi servizi dei TG e due telecronache di Rai Sport. La pagina Facebook della FIDAL ha caricato un video che ha avuto 143 mila visualizzazioni, record di sempre, con oltre 1400 condivisioni. European Athletics ha postato sulla propria pagina FB un video realizzato ad Arco da due fotoreporter olandesi che ha avuto in poco tempo oltre 40 mila visualizzazioni.

Presenti all’incontro anche il vicepresidente della Comunità di Valle Carlo Pedergnana, il presidente del Consiglio comunale arcense Mauro Ottobre e il presidente della Cassa Rurale Alto Garda Enzo Zampiccoli.

c.s. a cura dell’Ufficio stampa dei Comuni di Arco e Riva

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: