I presepi napoletani in mostra a Riva del Garda

Lascia un commento

5 dicembre 2016 di Paola Malcotti

All’ex cinema Roma di viale Dante a Riva sono esposti dall’8 dicembre al 6 gennaio i presepi napoletani della «Preseperia San Gregorio» di Michele De Vito, realizzati con le tecniche dell’antico artigianato napoletano. L’esposizione, aperta al pubblico tutti i giorni dalle 10 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 18.30 con ingresso libero, vuole accostare alla valenza culturale e artistica la sensibilizzazione dell’opinione pubblica sui temi della pace, dell’integrazione e della tolleranza. Organizza l’associazione socioculturale Amici del Trentino.

Michele De Vito ha ereditato l’antica arte dal nonno Vincenzo, che a sua volta l’ha appresa dal padre, Antonio, fondatore della Preseperia, sempre con bottega a Napoli. Vere e proprie opere d’arte, i presepi napoletani sono realizzati solo con materiali naturali come il sughero, il legno, la terracotta e la cera, come vuole la tradizione settecentesca. Oggi la «Preseperia San Gregorio» espone e vende le sue opere a fiere nazionali e internazionali, come il Coinè di Vicenza, il Festivity di Milano, il Christmasworld di Francoforte. Inoltre ha realizzato presepi per importanti chiese come quella di San Mauro Abate, il convento di Santa Maria delle Grazie ad Arco e la chiesa di San Pio da Pietralcina a San Giovanni Rotondo.

Tra le altre opere in mostra a Riva del Garda, la Natività (rappresentata in terracotta con occhi di vetro e manichino in filo di stoppa e ferro, abbigliata in seta di San Leucio), lo «Scoglio Pulcinella con figlio» (struttura in sughero e legno e stucco in colla di pesce, statuine in terracotta con occhi di vetro e corpo in stoppa e filo di ferro) e il «Banco salumi» (tutta in cera d’api, colori ad olio).

Il presepe napoletano è una rappresentazione della nascita di Gesù ambientata tradizionalmente nella Napoli del Settecento. L’arte presepiale napoletana si è mantenuta tutt’oggi inalterata, divenendo parte delle tradizioni natalizie più consolidate e seguite della città. Famosa a Napoli, infatti, è la nota via dei presepi (via san Gregorio Armeno) che offre una vetrina di tutto l’artigianato locale riguardante il presepe. Inoltre, numerosi sono i musei cittadini e non (come il museo di San Martino o la reggia di Caserta) nei quali sono esposti storici pezzi o intere scene ambientati durante la nascita di Gesù. Il primo presepe a Napoli di cui si trovi notizia è quello della chiesa di Santa Maria del Presepe, risalente al 1025. Ma è nel Settecento che il presepe napoletano vive la sua stagione d’oro, quando nobili e ricchi borghesi fanno a gara nell’allestire impianti scenografici sempre più ricercati.

c.s. a cura dell’Ufficio stampa dei Comuni di Arco e Riva

Presepi-napoletani-2

????????????????????????????????????

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: