“BezzeccaObbedisco” – al via le celebrazioni garibaldine

Lascia un commento

21 luglio 2017 di Paola Malcotti

Un anno fa, la sottoscrizione di un protocollo d’intesa tra l’Assessorato provinciale alla cultura e il Comune di Ledro, finalizzato alla riqualificazione e valorizzazione del Museo garibaldino di Bezzecca e del Museo delle palafitte di Molina, con il trasloco negli spazi dell’ex municipio del primo e la ristrutturazione e ampliamento del secondo. Oggi, poco nulla di tutto questo è stato realizzato. Ed è così che dopo il salto di qualità dello scorso anno dovuto al 150° anniversario della battaglia di Bezzecca, l’edizione 2017 delle manifestazioni garibaldine prenderà avvio – venerdì 21 luglio alle 18 – con l’inaugurazione del ri-allestimento del primo piano del museo sul Lung’Assat, dedicato alla Prima guerra mondiale e al quale hanno collaborato i volontari del Comitato Ludwig Riccabona, dove le vetrine che per decenni hanno accolto le collezioni di cimeli della Terza guerra d’Indipendenza sono state sostituite per lasciar posto ad un ambiente più immersivo ed evocativo, che riproduce a grandi linee l’aspetto di una trincea e dei relativi spazi abitativi in baraccamenti.

 

 

 

download

Alle 21, sul sagrato della chiesa-ossario del colle di Santo Stefano, la compagnia de «i Sarcaioli» di Riva porterà invece in scena una produzione dialettale di Alberto Betta, «Miliotozentosessantasei», spettacolo al quale farà seguito quello della «Compagnia delle nuvole» di sabato 22, alle 21 in piazza Garibaldi, «La danza del diavolo», in cui la narrazione teatrale muoverà i passi seguendo la vicenda di un conterraneo che a fine ‘800 andò in Argentina a cercare fortuna ma lì incontrò il tango, una sorta di linguaggio comune parlato sia dalla gente di Buenos Aires che dalle folle di immigrati. Filo conduttore tra gli spettacoli, le danze e le vicende d’armi sarà il colore rosso, delle camicie dei garibaldini, del cuore pulsante della passione, del sangue versato sulla piana di Santa Lucia così come sul fronte ledrense della Prima guerra mondiale.

Concluderanno il programma di quest’anno di «BezzeccaObbedisco», la commemorazione ufficiale di domenica 23 luglio con l’adunata in piazza Garibaldi alle 9.30, l’accompagnamento musicale della Fanfara alpina di Riva del Garda, la celebrazione della santa messa sul colle di Santo Stefano e a seguire, alle 12.30 al parco feste di Santa Lucia, il rancio alpino curato dal Gruppo Alpini e dalla Pro loco di Bezzecca. A corredo delle manifestazioni, visite guidate (il venerdì alle 14 con ritrovo in piazza con prenotazione obbligatoria e il sabato alle 17 con ritrovo al Museo – partecipazione gratuita) e la mostra temporanea all’Ossario «La guerra nella gavetta», con cimeli del Primo conflitto rinvenuti in valle ed esposti per la prima volta, visitabile fino all’1 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Tutte le iniziative sono a partecipazione libera.

fonte: Paola Malcotti – giornale l’Adige

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Archivi

Scelti per voi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: